Etichette

sabato 29 agosto 2015

Rispettare la Vita

In questi giorni, vicino casa mia hanno tagliato dei pini marittimi "perché davano fastidio". Sotto quei pini ci ho passato la mia infanzia. Ho goduto della loro ombra nelle giornate estive, ci passavo sotto quasi ogni giorno. E' stato un colpo al cuore vedere il vuoto che hanno lasciato, sembra di passare nel bel mezzo di un cimitero.
Tre pini marittimi abbattuti, tre alberi che non offriranno più la loro ombra ai passanti in estate e non saranno più il nido di merli, colombi, ragni, formiche...
Quando si abbatte un albero si abbattono con esso milioni di vite, si spezza un equilibrio, un ecosistema perfetto. Un albero abbattuto crea un vuoto incolmabile intorno a sé. Gli animali sono spaesati, anche le persone che passano in auto rallentano, si fermano e si voltano a guardare increduli lo scempio. C'è silenzio adesso, intorno ai cadaveri mutilati di quei pini. Il cuore è pesante, perché con quei tronchi alti e slanciati se ne vanno anche alcuni ricordi.
Sono solo alberi, diranno alcuni. Ma non è vero, sono Vita, e la Vita andrebbe rispettata SEMPRE. Soprattutto in casi come questo, perché i pini non erano malati né pericolosi. Semplicemente "davano fastidio"...
Per ogni albero abbattuto dovrebbero esserne piantati altri due, per come la vedo io.
E rifletto su quanto l'essere umano sia pronto a sacrificare la vita di altri esseri viventi, ritenendola banale e superflua. Tutto questo è ingiusto. Mi tornano alla mente le parole di Terzani ascoltate nel video "Anam. Il senza nome": qualcuno si sarà preso la briga di dire a quegli alberi che da lì a poco la loro vita sarebbe finita? Qualcuno si è preso il compito di chiedere scusa a quei pini?
La risposta a queste domande è no. Mi dispiace di non averlo saputo per tempo. Lo farò io, e speriamo che prima o poi la Terra ci perdoni per i piccoli e grandi scempi che l'essere umano compie ogni giorno.
Riflettete sulla Vita, non solo sulla vostra, ma su quella di tutte le creature e, se potete, cercate di non uccidere neppure quello che per voi può sembrare un insignificante moscerino. Non estirpate fiori, foglie e parti di piante senza chiedere il permesso e senza rendere qualcosa in cambio. Questo è rispettare la Vita e mantenere l'Equilibrio di cui facciamo parte.

2 commenti:

  1. bello bello questo post... non avresti potuto esprimere meglio questo giustissimo pensiero!

    RispondiElimina